L'Ente

Le Regioni Marche, Abruzzo e Lazio hanno dato attuazione in modo uniforme all’art. 15, comma 1, lettera a), punto 6), della legge 18 maggio 1989, n. 183, per la costituzione ed il funzionamento dell’Autorità di bacino del Fiume Tronto, in osservanza dell’intesa raggiunta e approvata dalla Giunta regionale del Lazio con deliberazione del 18 maggio 1991, n. 3735, dal Consiglio regionale dell’Abruzzo con deliberazione 21 maggio 1991, n. 19/36 e dal Consiglio regionale delle Marche con deliberazione 15 ottobre 1991, n. 49.

  L’Autorità di bacino è un organismo interregionale il cui funzionamento è regolamentato dalla Legge 183/89 e dalle Leggi regionali n°48 dell’01/08/97 delle Marche, n°59 del 16/07/97 dell’Abruzzo e n°20 del 17/06/98 del Lazio.

L’Autorità opera in conformità agli obiettivi della legge n. 183 del 18 maggio 1989 e s.m.i., ed in particolare, al fine di perseguire l’unitario governo del bacino idrografico, indirizza, coordina e controlla le attività conoscitive, di pianificazione, di programmazione e di attuazione inerenti il bacino idrografico del fiume Tronto, aventi per finalità:

  1. la conservazione e difesa del suolo da tutti i fattori negativi naturali ed antropici;

  2. il mantenimento e la restituzione ai corpi idrici delle caratteristiche qualitative richieste per gli usi programmati;

  3. la tutela delle risorse idriche e la loro razionale utilizzazione;

  4. la tutela degli ecosistemi, con particolare riferimento alle zone di interesse naturale, forestale e paesaggistico, ai fini della valorizzazione e qualificazione ambientale.

  L’Autorità è presieduta dal Presidente della Regione Marche o suo delegato.

Il Comitato Istituzionale è l’organo di indirizzo politico, al quale partecipano i Presidenti delle Regioni e delle Province rappresentate, ovvero gli assessori da loro delegati. Il Segretario Generale presiede il Comitato Tecnico ed è il responsabile della Segreteria Tecnico-Operativa.

Il Comitato Tecnico è formato da dirigenti e da esperti nominati dalle Amministrazioni rappresentate, ed è l’organo che attua le direttive del Comitato Istituzionale.

La Segreteria Tecnico - Operativa è composta da personale messo a disposizione dagli enti operanti nel bacino, e supporta le attività del Comitato Tecnico.

  L’Autorità è competente su di un territorio di circa 1190 Kmq., di cui il 70,6 % è compreso nella Regione Marche, il 18,0% nella Regione Abruzzo e l’ 11,4% nella Regione Lazio.

 

       

 

 

 

© Autorità di Bacino interregionale  del fiume Tronto - Viale Indipendenza, 2  - 63100  ASCOLI PICENO - tel. 0736 332949 - fax 0736 332965